Twitter: come creare hashtags di successo

Spesso, spulciando i tweet degli utenti, si trovano hashtag improbabili o talmente usati che hanno perso il loro significato. Come si costruisce un buon hashtag? Cerchiamo di darvi alcuni semplici consigli.

Che cos’è un hashtag ?

E’ semplicemente una parola o una locuzione, scritta senza alcuno spazio e preceduta dal simbolo #, ad esempio: #geniodellalampada o #paroladelgiorno.

Come si usa un hashtag?

Gli hashtag servono principalmente per mettere in evidenza un tweet; questo avviene perchè ogni volta che cerchiamo un hashtag nella barra di ricerca di Twitter, questo compare connesso ai tweet nei quali è stato usato. Ora che conosciamo qual’è lo scopo primo degli hashtag, possiamo cercare di capire quali sono i migliori metodi per mettere in azione questo potente strumento.

Useremo un hashtag, in particolare per:

  • conversare con un determinato tweep, del quale magari non siamo follower, ma con cui desideriamo parlare di un topic di comune interesse.
  • per inviare tweet riguardo un evento, una conferenza o un avvenimento che stiamo seguendo o che ci sta a cuore .
  • per cercare di comparire nei risultati di ricerca, utilizzando hashtag molto famosi come #sapevatelo & #solocosebelle.

Come si crea un hashtag?

Nulla di più semplice. Un hashtag è del semplice testo, preceduto, come abbiamo imparato, dal simbolo cancelletto! Naturalmente esistono delle tecniche per creare un hashtag virale e di successo, vediamone alcune.

Alcuni consigli su come creare un hashtag

#1 Ricerca: cerca su Twitter il tuo hashtag originale per capire se esiste già e chi sta tweettando riguardo un determinato argomento. Ora che hai qualche informazione, puoi usare il tuo hastag inserendolo in un tweet con un link ad un post che tratta l’argomento o, se vuoi farti notare, inserisci la tua creazione a fianco di un hashtag già conosciuto, così avrai occasione di comparire nei risultati di ricerca.

Attenzione a non esagerare però, altrimenti gli altri utenti se ne accorgeranno presto e ti affibbieranno l’etichetta di spammer, perciò non utilizzare gli hashtag in maniera ripetitiva e ossessiva, per voler a tutti i costi essere notato!

#2 Promuovi il tuo hashtag: se hai un blog o una pagina Facebook, promuovi il tuo hashtag anche lì, utilizzalo sui tuoi post e rendilo famoso: inseriscilo alla fine per salutare gli utenti e per far sì che si ricordino di quella parolina, perchè la cerchino su twitter e perchè non si dimentichino di te! Chi l’ha detto che il cancelletto si può usare solamente su Twitter?

#3 Corto è meglio: come qualsiasi slogan degno di questo nome, anche un hashtag ha bisogno di essere d’impatto, facile da ricordare e scrivere; quale migliore regola quindi, se non quella di mantenere il tuo hashtag corto, e sopratutto semplice!

from Geek to Keeg, #byebye!

Annunci
Comments
One Response to “Twitter: come creare hashtags di successo”
Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] leggendo questo post! Per far parte dell’opera sono sufficienti due cose: una foto e un hashtag. Caricate la vostra foto su Twitter o Instagram e allegateci l’hashtag #smilesfilm; la foto […]



Commenta anche tu!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: